Prestiti on line con maxi rata: migliori offerte e prodotti del 2019

Indice dei contenuti

I prestiti con maxi rata finale sono dei finanziamenti molto particolari e in parte simili, nel loro funzionamento, all’estinzione anticipata ed al leasing. Vengono richiesti per acquistare beni di un certo valore economico ma che siano anche di lunga durata, come ad esempio una nuova automobile. Ma come funziona esattamente un finanziamento con maxi rata finale? È veramente un vantaggio oppure nasconde degli svantaggi per il richiedente?

Da dove nasce l’idea?

Ci si potrebbe domandare da dove abbia avuto origine un finanziamento tanto singolare e quale sia stato l’input da cui è scaturita l’idea di un prestito personale con maxi rata finale.

Questo prodotto finanziario riprende il modello del leasing, in cui è possibile usufruire di un bene pagando una quota mensile, senza dover provvedere personalmente alla manutenzione, ordinaria o straordinaria, dell’oggetto in questione.

Il leasing di un oggetto (principalmente si tratta di automobili o strumentazione professionale) ha una durata media che va da uno a tre anni. Terminato questo periodo di utilizzo dietro pagamento di un corrispettivo mensile, l’utente può effettuare tre scelte:

  • restituire il bene preso in leasing all’azienda che lo ha concesso e porre fine al contratto
  • continuare a pagare la quota mensile fino a che non ha versato un importo uguale al valore commerciale del bene in questione e, una volta completato il pagamento, divenire proprietario dello stesso
  • divenirne comunque il proprietario, ma al posto di continuare a pagare quote mensili, l’importo rimanente viene pagato in una soluzione unica.

Mentre fino a qualche tempo fa la formula del leasing era orientata ai professionisti, che dopo il periodo di utilizzo restituivano l’automobile al concessionario e aprivano un nuovo contratto di leasing per un nuovo modello, oggi questa possibilità è rivolta a tutti. Al contrario dei professionisti, che tendono ad utilizzare l’automobile a fini professionali per poi restituirla, il resto della clientela preferisce riscattare l’autovettura presa in leasing e divenirne così il nuovo possessore. Le società di leasing si sono adattate a questa nuova esigenza dei consumatori e hanno realizzato un prodotto del tutto nuovo adatto a soddisfare questa nuova clientela: il prestito personale con maxi rata finale.

In cosa consiste il prestito con maxi rata finale?

Il prestito con maxi rata finale è un finanziamento personale del tutto differente dagli altri prodotti finanziari presenti sul mercato. Il capitale concesso non viene interamente restituito per mezzo di rate mensili, ma queste costituiscono soltanto una fase del rimborso. Essa, infatti, è preceduta dal versamento di una somma di denaro che corrisponde ad un anticipo sull’acquisto.

Le rate che seguono e l’anticipo iniziale però non sono sufficienti a coprire l’intero importo da corrispondere.

La somma di denaro che ancora manca per concludere l’acquisto del mezzo desiderato deve essere versata in un’unica soluzione al termine della fase di pagamento delle rate mensili. Quest’ultimo pagamento, che va a saldare completamente il debito residuo, viene appunto denominato maxi rata finale.

Come calcolare le rate e gli interessi

Contrariamente a quanto si verifica nei prestiti personali tradizionali, in quelli con maxi rata finale gli interessi da corrispondere non vengono calcolati sull’intero valore economico del bene che si sta acquistando. Supponiamo, ad esempio, di voler acquistare un’automobile il cui valore commerciale è di 17.000 euro. Una parte dell’importo deve essere pagata come anticipo e supponiamo che questa quota sia stata stabilita a 2.500 euro.

La maxi rata finale ha un importo di molto superiore all’anticipo versato, spesso più del doppio. Stabiliamo, dunque, che la somma di denaro da versare tramite la maxi rata finale sia di 5.500 euro. Tra anticipo e maxi rata finale abbiamo raggiunto un totale di 8.000 euro. Poichè il costo totale dell’automobile che si intende acquistare è di 17.000 euro, occorre versare all’ente di credito che ha concesso il finanziamento ancora 9.000 euro. È questa la cifra che andrà a costituire le rate mensili che comprenderanno anche gli interessi.

Il tasso di interesse viene applicato solo al debito che si dovrà estinguere tramite il piano rateale e non su tutto l’importo da corrispondere. Anticipo e maxi rata finale sono, dunque, privi di interessi.

Questa formula permette al cliente di acquistare un automobile di notevole valore economico pagando piccole rate mensili ed estinguendo il finanziamento in un arco di tempo piuttosto breve.

I pericoli

Il maggiore problema dei finanziamenti con maxi rata finale è dovuto alla pubblicità ingannevole che alcune aziende trasmettono. È di certo capitato a tutti, magari anche più di una volta, di vedere sponsorizzato l’acquisto di un’automobile, che si sa avere un prezzo di mercato piuttosto importante, per cui è possibile ottenere un finanziamento le cui rate mensili hanno un importo decisamente troppo basso per quello che dovrebbe essere l’effettivo importo da corrispondere.

In questi casi, è sempre previsto il pagamento di un consistente anticipo e di una maxi rata finale i cui importi non vengono quasi mai dichiarati nel corso delle pubblicità.

Prima di sottoscrivere il contratto di acquisto, quindi, è necessario informarsi bene quali siano le reali condizioni di vendita, a quanto ammontano l’anticipo e la maxi rata finale, i tassi di interesse applicati e tutte le condizioni per un’eventuale restituzione del bene che si sta acquistando.

Alcuni enti di credito, al momento del termine del pagamento rateale, non permettono la restituzione del veicolo scelto con uno di nuova produzione. In questo caso, il soggetto è obbligato o a versare la maxi rata in un’unica soluzione, oppure a predisporre un nuovo piano rateale per rimborsare la cifra rimanente, pagandone ovviamente i relativi interessi. Poichè il tasso di interesse applicato ad un eventuale rifinanziamento non può essere conosciuto al momento della sottoscrizione del primo contratto con maxi rata finale, è probabile che con questa soluzione ci si ritrovi a dover pagare una somma decisamente superiore rispetto a quella preventivata al momento della sottoscrizione del contratto.

Proprio per questo motivo è opportuno richiedere informazioni dettagliate e precise riguardo tutte le condizioni di questo prodotto finanziario, altrimenti si rischia di incorrere in brutte soprese al momento del saldo finale.

Un altro svantaggio, ma fortunatamente non un vero e proprio pericolo, relavito a questi finanziamenti è il tasso di interesse applicato. La somma da restituire tramite il piano rateale è soggetta ad un tasso di interesse più elevato di quello che potrebbe essere applicato ad un qualsiasi altro prestito finalizzato.

I vantaggi

Il prestito personale con maxi rata finale ha mutuato dal leasing i vantaggi propri di questa formula di prestito e utilizzo di un bene mobile. Tramite questo finanziamento non occorre decidere immediatamente se divenire possessori dell’automobile per cui si stanno pagando le rate mensili.

Prima della maxi rata finale, infatti, viene data la possibilità al soggetto interessato di scegliere se pagare questo importo finale e divenire il nuovo proprietario dell’automobile, oppure non pagare la maxi rata e far partire un nuovo finanziamento con cui accedere ad un’altro modello di autovettura, restituendo il primo.

La decisione di non concludere l’acquisto con la maxi rata finale porterà senza dubbio il soggetto ad aver pagato capitale proprio ed interessi per un bene di cui poi non sarà il possessore, ma dall’altro lato egli avrà la possibilità di sostituire un mezzo usato con uno nuovo, magari un modello più recente e con una migliore tecnologia, senza doversi occupare dell’eventuale riparazione del vecchio mezzo magari logorato dall’uso oppure divenuto obsoleto.

Quando conviene e cosa valutare?

Così, come avviene per tutti gli altri prodotti finanziari, anche nei finanziamenti con maxi rata finale ci sono vantaggi e svantaggi da porre sui piatti della bilancia per stabilire se questo è il prestito più adatto alle proprie esigenze oppure se esistono soluzioni migliori dal punto di vista economico. Tutte le condizioni del finanziamento devono essere ben chiare prima di firmare il contratto.

Se si ha una corretta informazione riguardo il tasso di interesse applicato, l’ammontare esatto delle rate e il loro numero e la quota da versare come anticipo e maxi rata finale, allora è molto più semplice confrontare i pro e i contro di un finanziamento di questo tipo e decidere con più autonomia se sottoscriverlo o meno.

Occorre anche prendere in considerazione le condizioni di chiusura del contratto. Ad esempio, al termine del periodo di pagamento delle rate mensili, l’autovettura utilizzata può essere restituita, a patto che abbia segni di usura dovuti al normale utilizzo e non ad incidenti ed incuria del soggetto, invece di essere definitivamente acquistata per mezzo della maxi rata finale. In questo caso, il prodotto finanziario è molto conveniente perché permette di sostituire un mezzo ormai obsoleto con un modello dotato di migliori tecnologie e più all’avanguardia.