Prestiti personali online: esempi di rata, simulazioni di prestito, calcolatore rata, specchietti

Indice dei contenuti

Richiedere un prestito personale online è forse uno dei modi più semplici e rapidi per ottenere della liquidità dalle banche. Oggi tutti possono farlo, nella comodità della propria abitazione o del proprio ufficio, direttamente tramite il proprio pc di casa o addirittura direttamente dallo smartphone, se il sito della banca è ottimizzato per questi dispositivi.

Richiedendo un prestito personale online, si va ad annullare il contatto diretto e personale con l’agente bancario che aiuta il cliente nello scegliere il prodotto migliore per le sue esigenze e che potrebbe dare delucidazioni nel caso in cui ci siano dei dubbi da sciogliere prima della sottoscrizione del contratto. Questo non deve essere visto come un limite per i prestiti online e non li rende affatto più complicati da ottenere.

Anzi, tutte le informazioni necessarie sono disponibili direttamente sul sito web della banca e sono facilmente accessibili a tutti.

Ma se si è alle prime armi, nuovi del mondo dei finanziamenti online, come fare ad orientarsi nel mare delle offerte disponibili e scegliere quella che è realmente adatta alla propria persona? Come capire quale sia l’ammontare della rata mensile e come questa potrebbe diminuire o aumentare al variare di alcuni parametri? Quali sono gli strumenti utili, messi a disposizione dal web, per poter meglio scegliere il prestito personale online di cui si ha bisogno? Vediamoli insieme.

Le rate mensili: esempi

Una volta ottenuto il prestito personale online, questo deve essere restituito attraverso delle rate mensili.

L’importo di queste varia in base ad alcuni paramenti quali l’importo richiesto, il tasso di interesse e la durata stessa del finanziamento.

Facciamo un esempio.

Supponiamo di aver bisogno di un prestito di 15.000 euro e di voler restituire questo capitale tramite 72 rate mensili, per un totale di sei anni. Per calcolare l’importo della rate mensile, occorre conoscere il TAN che la banca applica. Alla quota di capitale concesso in prestito, bisogna dunque aggiungere gli interessi da corrispondere all’ente che ha erogato il credito. Supponiamo che la banca applichi un TAN del 4,45% ed un TAEG del 5,95%, in questo caso avremo un totale di 2.795,37 euro di interessi da pagare. L’ammontare di denaro da restituire alla banca entro i sei anni è dunque composto dai 15.000 euro di capitale ottenuto in prestito a cui vanno sommati i 2.795,37 euro di interessi, per un totale di 17.795,37 euro. Dividendo questo importo per il numero di rate mensili, che in questo esempio abbiamo posto pari a 72, otterremo la cifra esatta che bisogna pagare con ogni rata mensile e che corrisponde a 247,16 euro.

Vediamo una tabella riepilogativa con alcuni esempi:

Capitale richiesto (€) TAN TAEG Interessi (€) Totale da restituire (€) Numero di rate Rata mensile (€)
15.000 4,45% 5,95% 2.795,37 17.793,37 72 247,16
10.000 4,77% 6,01% 2.180 12.180 84 145
10.000 5,95% 6,11% 2.420 12.420 90 138

Per mezzo di questo piccolo schema, possiamo notare come cambia l’ammontare delle rate mensili in relazione ai diversi fattori principali che caratterizzano un prestito personale, come le percentuali di TAN e TAEG fanno aumentare o diminuire gli interessi da pagare alla banca e anche a quanto ammontano questi ultimi sul totale da restituire nel corso del tempo attraverso le varie rate.

Calcolatori di rata

Richiedere un finanziamento online permette di risparmiare tempo poichè tutta la procedura può essere svolta tramite il proprio pc, senza doversi necessariamente recare fisicamente presso la filiale di una banca. La comodità di internet, per quanto riguarda i prestiti personali, non si limita soltanto ai preventivi e alla facilità con cui questi possono essere ottenuti.

Il web offre strumenti molto utili anche per calcolare automaticamente la rata mensile di un prestito, senza dover procedere al calcolo manualmente.

Questi strumenti molto utili sono i calcolatori di rata online. Il loro utilizzo è molto semplice. Basta infatti inserire solamente pochissimi e semplici dati come l’ammontare di denaro concesso in prestito dalla banca, la durata stessa del contratto di prestito personale ed il tasso di interesse applicato. Fatto questo, il calcolatore potrà fornire automaticamente la cifra esatta da corrispondere alla banca ogni singolo mese.

Accorgimenti

Quando si utilizza il calcolatore di rata online, bisogna prendere degli accorgimenti per fare in modo che il calcolo sia quanto più preciso possibile e la rata mostrata dal calcolatore sia effettivamente quella reale stabilita dal contratto. La prima cosa da fare, che all’apparenza potrebbe anche sembrar banale ma che in realtà non lo è affatto, è quella di selezionare bene il calcolatore da utilizzare.

Non tutti funzionano allo stesso modo e non tutti garantiscono la stessa accuratezza e precisione del risultato.

Ad esempio, alcuni di questi calcolatori permettono di selezionare la durata del prestito personale solo in blocchi da cinque anni. In questo modo, sarà molto agevole calcolare la rata mensile di un prestito di 5 o 10 anni esatti, ma sarà impossibile farlo per tutti quei finanziamenti di durata intermedia come per esempio due o sei anni. Alcuni di questi calcolatori, infatti, sono estremamente semplici, sia per quanto riguarda la facilità di utilizzo, sia per le variabili che tengono in considerazione. Alcuni di essi sono in grado di calcolare le rate solo per quei prestiti che hanno un tasso di interesse “alla francese”, ovvero con tasso fisso e rata mensile costante. Altri, invece, sono un po’ più avanzati e consentono di ricavare l’ammontare delle rate mensili anche per i prestiti a tasso variabile.

Quasi tutti i calcolatori, quando si tratta di calcolare la rata di un finanziamento di cui ancora non si conosce l’esatta percentuale di interesse, eseguono un calcolo approssimativo utilizzando un parametro quanto più vicino possibile alla media di mercato.

Importantissimo, in questi casi, è tenere bene a mente che ci si trova davanti ad una stima, non ad un valore esatto. Se poi, al momento del preventivo e della sottoscrizione del contratto si avrà di fronte ad una rata mensile lievemente più alta o più alta non bisogna affatto preoccuparsi. Non è la banca ad aver sbagliato l’importo della rata, ma semplicemente il calcolatore di rata online ha approssimato e i due importi non risultano dunque identici.

Simulazioni di prestito

Le simulazioni di prestito non vanno confuse con i preventivi online. Le simulazioni possono essere svolte online e, generalmente, vengono eseguite prima di richiedere un preventivo online o in filiale.

Esse, come dice il loro stesso nome, consentono appunto di simulare le condizioni di un prestito personale e di ottenere dei preventivi virtuali calcolati sulla base dei parametri inseriti.

Con i simulatori online è possibile, ad esempio, conoscere la quota di interessi da pagare per un determinato capitale ottenuto in prestito. Non solo, inserendo valori diversi sul numero di anni concessi per la restituzione del finanziamento, è possibile anche capire come e quanto variano gli interessi da pagare in relazione alla durata del contratto e, di conseguenza, come varia anche la rata mensile da pagare.

I principali enti di credito offrono questo strumento direttamente sui loro siti web e, i più avanzati tra questi, sono in grado anche di valutare, in base al reddito del richiedente, se egli potrebbe essere realmente in grado di sostenerne la spesa e se ci sono o meno possibilità che la banca rifiuti il prestito. Questa è un’informazione importante. Sapere in anticipo se un prestito è accessibile o meno alla propria persona permette di risparmiare tempo al momento della richiesta dei preventivi, andando a selezionare solo quei prodotti finanziari che sono realmente alla propria portata. Talvolta, è il simulatore stesso a indicare quando un prestito è economicamente sostenibile o meno dalla persona che intende richiederlo, in base alla situazione economica indicata.